Caso Suarez: concorso in corruzione per la rettrice

23/09/2020
 

Concorso in corruzione per un atto contrario ai doveri d'ufficio: c'è anche questo reato tra quelli contestati alla rettrice dell'Università per Stranieri di Perugia Giuliana Grego Bolli nell'ambito sull'esame sostenuto dall'attaccante del Barcellona Luis Suarez. E' contenuto nell'avviso di garanzia inviatole dalla procura. Nell'atto compaiono solo gli articoli del codice penale di riferimento dei reati, 110 e 319, e la data alla quale farebbe riferimento la presunta condotta illecita, settembre del 2020. Senza però alcuna descrizione dei fatti contestati.

Solo Neymar, CR7 e Lukaku più costosi di Morata

23/09/2020
 

Solo Neymar, CR7 e Lukaku più costosi di Morata: 5 trasferimenti da 205 milioni totali Solo Neymar, CR7 e Lukaku più costosi di Morata: 5 trasferimenti da 205 milioni totaliTUTTOmercatoWEB.com vedi letture condividi tweet OGGI ALLE 16:41SERIE A di MICHELE PAVESE @7MP84 Cinque trasferimenti per un costo complessivo di 205 milioni di euro, che potrebbero diventare 250 qualora la Juventus decida di esercitare l'opzione di acquisto. Alvaro Morata è un vero e proprio caso di mercato: una valutazione sempre altissima ma risultati non sempre soddisfacenti. Nel 2014 la Juve lo pagò 20 milioni, prima che il Real esercitasse la recompra per 30 due anni più tardi. Alla fine di quella stagione, il club spagnolo accettò l'offerta da 80 milioni del Chelsea, che poi ha ceduto l'attaccante all'Atletico per 65 milioni. Morata adesso torna a Torino per 10 milioni (prestito oneroso), con il diritto di riscatto fissato a 45. Qualora i bianconeri decidessero di tenerlo, il classe 1992 potrebbe diventare il secondo giocatore più costoso della storia, dietro Neymar e davanti a Romelu Lukaku e Cristiano Ronaldo.

Il calcio al tempo del covid

17/09/2020
 

L'Estudiantes de Mérida ospita i peruviani dell'Alianza Lima per il terzo turno della fasi a gironi della Coppa Libertadores, ma all'appello manca il tecnico dei padroni di casa, Martín Brignani. La chiusura dei voli internazionali verso il Venezuela lo tiene bloccato in Argentina, a 8000 chilometri di distanza. Non ottenuto per tempo il lasciapassare ministero degli Esteri colombiano per raggiungere lo stadio in macchina passando per Bogotà, non gli rimane che un'unica mossa disperata: guidare la squadra con i mezzi a propria disposizione nella sua casa natale, a Mar de la Plata. Un televisore e WhatsApp per comunicare con la panchina, dove non si è potuto sedere il vice José Torrealba, positivo al coronavirus. Nonostante gli inconvenienti, Brignani ha ordinato cambi e soluzioni tattiche che, in un palpitante finale, hanno portato al successo i suoi Rojiblancos, sotto 0-2 fino a 25' minuti dal triplice fischio.

L'Italia sale nel Ranking Fifa

17/09/2020
 

L'Italia sale di una posizione nel nuovo ranking della Fifa, che è stato aggiornato oggi: gli azzurri lasciano il 13/o posto e guadagnano la 12/a piazza. Restano inalterate le prime quattro posizioni, occupate dal Belgio, che è primo, seguito dalla Francia, seconda, quindi dal Brasile, che occupa il terzo gradino, mentre l'Inghilterra resta ai piedi del podio. Al 5/o posto c'è il Portogallo campione d'Europa in carica e vincitore della Nations League, 7/a è la Spagna, 9/a l'Argentina. L'Italia precede sia l'Olanda che Germania, che occupano rispettivamente il 13/o e il 14/o posto. La Russia, invece, scala di sei posizioni in classifica, passando al 32/o posto.

Infantino incontra Trump

17/09/2020
 

La Fifa ha confermato il proprio sostegno per favorire la pace in Medio Oriente: il presidente dell'organismo che gestisce il calcio nel mondo, Gianni Infantino, ha partecipato alla firma di un accordo fra Bahrein, Israele ed Emirati Arabi, alla Casa Bianca. "Il calcio ha la capacità di abbattere le barriere e di unire le persone - ha spiegato Infantino -. Speriamo che possa contribuire a spegnere le rivalità, a promuovere la buona volontà e la comprensione. Vogliamo che contribuisca a un cambiamento positivo nel mondo, soprattutto durante i tempi incerti che stiamo affrontando". Infantino ha poi preso parte a un incontro con il presidente statunitense Donald Trump, per discutere dell'istituzione di un quartier generale Fifa negli Usa per il Mondiale 2026. Il n.1 del calcio ha colto l'occasione per fare il punto sui preparativi al torneo, che sarà co-ospitato da Usa, Canada, Messico, e per discutere su come il calcio può continuare a "svilupparsi e a prosperare negli Usa, utilizzando la Coppa del mondo 2026 come catalizzatore". Infantino ha ringraziato Trump per "il grande impegno per il Mondiale 2026 e per un futuro luminoso del calcio Usa". Il presidente della Fifa ha poi visitato gli uffici del Dipartimento di giustizia americano e incontrato il procuratore generale William Barr, che ha ringraziato personalmente, in quanto responsabile dell'ufficio, "per la lotta contro la corruzione nel calcio". Infantino ha inoltre offerto la "continua e piena collaborazione della Fifa nel lavoro del DOJ per quanto riguarda le attività criminali legate al calcio". "Dalla mia elezione abbiamo dimostrato determinazione nell'opera di sradicamento delle pratiche scorrette che hanno offuscato la reputazione della Fifa, abbiamo ribadito la nostra volontà di cooperare e assistere le autorità nelle indagini o azioni penali contro la corruzione, un fenomeno che non deve avere posto nel calcio - ha detto Infantino -. Ho avuto avuto incontri in Svizzera e gli avvocati della Fifa sono in contatto con i pm e le forze dell'ordine. Sono pienamente convinto che, così facendo, la credibilità e la reputazione della Fifa verranno ripristinate".

Pagine: 1 2

 

Statistiche

  • Annunci : 5.316
  • Notizie : 194
  • Visite : 1.454.528