Immobile, Scarpa d'Oro in un anno da record

30/07/2020
 

Ciro Immobile fa 35. Ha la Scarpa d'Oro praticamente già infilata al piede e punta con decisione il record di Gonzalo Higuain. Una stagione incredibile, se si considera che il primato di Angellilo è durato ben 57 anni. E quello del Pipita potrebbe essere aggiornato appena quattro stagioni dopo essere stato realizzato. Merito del bomber della Lazio. Ma anche della Serie A più prolifica nella storia del calcio italiano, almeno di quella recente. 1.122 gol totali finora. E manca una giornata: complice l'altissimo tasso di rigori concessi, il massimo campionato italiano viaggia a una media di 3,03 reti segnate a partita. Per trovare medie realizzative superiori, bisogna tornare ai campionati disputati dagli anni '30 agli anni '50. E soltanto in tre stagioni il totale delle marcature è stato superiore: 1.265 gol nella stagione 1949/50 e 1.192 nel 1950/51. Ci sono anche le 1.123 reti della stagione 2016/2017, ma questo dato sarà ovviamente superato nell'ultima giornata, a meno di dieci 0-0. In questa Serie A, d'altro canto, sono state disputate ben nove partite con 7 gol realizzati, due con 8, una con 9. Due giocatori oltre i 30 gol. Anche questo è un altro dato da tenere in considerazione: Immobile 35, Ronaldo 31. Un tempo erano cifre impensabili, e lo testimonia il fatto che negli ultimi 50 anni soltanto Toni e Higuain siano arrivati a sfondare il muro delle 30 reti stagionali. In assoluto, inoltre, è soltanto la terza volta, nella storia della Serie A da quando esiste il girone unico, che due calciatori concluderanno lo stesso campionato con oltre 30 marcature all'attivo.

FIFA, si indaga sui rapporti fra Lauber e Infantino
Aperto un procedimento penale

30/07/2020
 

È stato incaricato in Svizzera un procuratore speciale incaricato a indagare sui presunti rapporti fra il procuratore generale svizzero Michael Lauber e il presidente della FIFA Gianni Infantino. Le accuse riguarderebbero il modo in cui fu svolta l'indagine sulla corruzione nella FIFA. Lo scorso giugno sono stati diffusi dei documenti che provavano un incontro segreto tra Lauber e Infantino, cosa che il procuratore generale aveva negato. Con l'apertura di un procedimento penale potrebbe anche presupporre una possibile sospensione dalla carica di presidente FIFA di Infantino ed eventuale nomina a presidente di Sheikh Salman, sconfitto proprio da Infantino alle elezioni FIFA del 2016.

Andrea Pirlo: è il nuovo allenatore dell'Under 23

30/07/2020
 

Andrea Pirlo torna ufficialmente alla Juventus. "Inizia oggi una nuova avventura, per Andrea Pirlo e per la Juventus, che dopo 5 anni tornano a lavorare insieme. Andrea è infatti il nuovo allenatore dell'Under 23 - si legge nel comunicato -. Dunque, da Maestro… a Mister; Pirlo ha salutato la Juventus dopo quattro stagioni nell’estate del 2015, con un palmarès bianconero incredibile: quattro Scudetti, una Coppa Italia e due Supercoppe Italiane. Una storia costellata di tante, tantissime gemme: goal decisivi, assist dipinti su tela, visione di gioco comune a nessuno. E un’esperienza, quella stessa che ha portato Andrea sul tetto del mondo con la Nazionale azzurra nel 2006, che ora metterà a disposizione dei ragazzi dell’Under 23, un progetto recente, in crescita continua e che quest’anno ha portato, alla sua seconda stagione, il suo primo e storico frutto, la Coppa Italia di categoria. Una sfida è alle porte, per un ritorno che non può che far piacere"

Juve, l'effetto Covid sulla festa scudetto

28/07/2020
 

27 luglio 2020 Non ci sono bancarelle, non ci sono venditori abusivi, non ci sono vigili che danno la caccia ai venditori abusivi. Solo due camionette dei carabinieri che controllano piazza San Carlo e una telecamera fissa della tivù che spera di inquadrare qualche tifoso bianconero esultare. L'emergenza Covid mette la sordina ai festeggiamenti per il nono scudetto. Tutti a casa, e quando l'arbitro fischia la fine, consegnando ai bianconeri il nono scudetto di fila, in piazza non c'è nessuno. I festeggiamenti con distanziamento, per evitare gli assembramenti stile Napoli dopo la finalissima di Coppa Italia, non sembrano essere un problema. Qualcuno arriva dai pub e dai locali che hanno "offerto" la partita nei dehors, ma non è una festa. È una passeggiata. Il clima è completamente diverso rispetto al passato. La prefettura non ha posto nessun divieto, ma non c'era attesa nemmeno prima della partita decisiva. Qualche capannello, ma i tifosi che hanno deciso di scendere in strada per vedere il match hanno lasciato i vessilli a casa.

Juve vince lo scudetto: è il nono consecutivo
Impresa da record

28/07/2020
 

Un avvio un po’ faticoso, poi la Juventus con due gol di Cristiano Ronaldo (che finalizza una punizione di Pjanic) e Bernardeschi (pronto a ribattere ancora su conclusione di CR7) supera la Sampdoria e conquista il nono scudetto consecutivo. «Se avete vinto anche con me siete forti», le prime parole all’insegna dell’ironia di Maurizio Sarri che ha lasciato i suoi giocatori protagonisti dei festeggiamenti sul campo, e poi si è scatenato con loro negli spogliatoi, dove è stato sommerso di schiuma da barba. «È stato un percorso nuovo, abbiamo trovato tante difficoltà e incontrato lo scetticismo esterno. Abbiamo fatto dei passaggi a vuoto durante l’anno, che è stato complicato, se penso a ciò che ha vissuto il mondo per tre mesi. Poi è stato difficile per tutti, e per noi rimettere la testa e ricominciare: è stato lo scudetto più bello, perché lo abbiamo voluto, abbiamo sofferto e tirato fuori tutto quello che avevamo per dare una soddisfazione alla società e a chi in questi mesi ci ha salutato e ha fatto il tifo per noi dall’alto» l’analisi di Leonardo Bonucci, che poi guarda subito avanti, alla Champions incombente: «Siamo stati una squadra, fatta da grandi uomini, abbiamo continuato a dare tutto. Ora pensiamo allo scontro diretto con il Lione». Il dominio, comunque, continua. I bianconeri aggiornano la storia con un’altra impresa mai riuscita a nessuno in una stagione difficile e atipica perché condizionata dalla pandemia. Dal tris di Conte, ora rivale con l’Inter, al quinquennio targato Allegri, fino alla prima volta di Sarri

Pagine: 1 2 3

 

Statistiche

  • Annunci : 5.316
  • Notizie : 194
  • Visite : 1.454.528