Viola: quando un regista si trasforma in bomber

03/03/2020
 

Che il Benevento in questa stagione stia facendo un campionato a se è oramai una cosa evidente, un'ovvietà anche per chi conosce marginalmente la Serie B. Fra le tante note liete della formazione di Filippo Inzaghi ce n'è però una che ad inizio stagione era praticamente impossibile da pronosticare: Nicolas Viola capocannoniere dei sanniti. In una squadra che annovera attaccanti come Improta, Insigne, Sau e Coda pensare che la palma del miglior realizzatore della squadra ad inizio marzo, ovvero a meno di tre mesi dalla fine della stagione, sarebbe finita nelle mani di un giocatore che di professione fa il regista appare quasi fantascienza. Eppure questa è la verità. Il centrocampista classe 1989 sta mettendo a referto la miglior stagione in carriera sotto tutti i punti di vista: sia come rendimento generale, sia come gol con 9 centri già in cascina che come assist (6). E con dodici giornate ancora da disputare c'è tutto il tempo per migliorare ancora statistiche già oggi incredibili.

La Spagna nono vuole i tifosi dell'Atalanta

03/03/2020
 

Il Governo spagnolo, il Ministero della Salute e il Ministero dello Sport spagnolo stanno facendo tutto il possibile per far sì che i tifosi dell'Atalanta non siano a Valencia il prossimo 10 marzo per il ritorno degli ottavi di Champions. Il motivo è ovviamente la diffusione del Coronavirus nel bergamasco, come conferma Fernando Simon, direttore del 'Centro de Coordinacion de Alerts y Emergencias sanitarias de Salud Publica' nonché coordinatore dell'attività contro il COVID-19: "Stiamo lavorando su questi aspetti col Ministero dello Sport e con le istituzioni internazionali. Secondo me è un pericolo il fatto che un popolo che non può riunirsi nella zona in cui vive si riunisca lontano da dove risiede. Non ha senso. Quando ci sono movimenti di persone che arrivano da zone dove non possono riunirsi, occorre pensarci due volte prima di farli riunire qua. Come si risolve il probelma? Non sono del ministero dello Sport, ma io direi che dovremmo fare attenzione con i tifosi che arrivano da zone a rischio del nord Italia, dobbiamo trovare il modo di non farli venire".

Finale Coppa Italia, la FIGC in pressing sulla UEFA

03/03/2020
 

FIGC in pressing sulla UEFA per la disponibilità dell'Olimpico. Come noto, a seguito dello slittamento del calendario di Serie A la stessa sorte dovrebbe toccare alla finale di Coppa Italia, programmata al 13 maggio ma a questo punto destinata a disputarsi almeno il 20 maggio (o altrimenti al 27 o anche al 31, ma dipende dalle squadre che saranno interessate e dal loro percorso europeo). In quella data, però, l'Olimpico di Roma non sarebbe utilizzabile perché dal 18 maggio deve essere messo a disposizione della UEFA in vista di Euro 2020. Da qui, l'idea di spostare la finale a Milano: un'ipotesi che non va giù al sindaco di Roma, Virginia Raggi, e secondo quanto riferito da Tuttosport neanche alla FIGC del presidente Gravina. Il quale, scrive il quotidiano, starebbe lavorando con i vertici del calcio europeo per convincerli a prendere possesso dell'Olimpico a partire dal 21 maggio.

Pagine: 1

 

Statistiche

  • Annunci : 4.984
  • Notizie : 196
  • Visite : 1.454.528