Scontro Ibra - Lukaku

27/01/2021
 

Ibra contro Lukaku, e non solo "sulla carta". Quello che doveva essere lo spot del derby di Coppa Italia, il grande scontro tra i giganti - non solo in senso figurato - di Milan e Inter, si trasforma all'improvviso in scontro vero, quasi fisico, con un testa-a-testa tra i due attaccanti che rischiano di venire alle mani e, nel corso di un lungo battibecco, finiscono per promettersele. Non possiamo affermare con certezza cosa si sono detti, non avendo immagini e dettagli audio affidabili (e non possono esserlo gli audio che circolano sui social). Di sicuro sono volate parole grosse, insulti e provocazioni da entrambe le parti, tirando in ballo mamme e parenti. Meritavano il rosso entrambi, ma l'arbitro ha deciso di sorvolare limitandosi ad ammonirli. A fine primo tempo, se non fossero stati separati, sarebbe finita male. Ma cosa avrebbe scatenato la reazione furiosa dell'interista? Questa presunta frase di Ibrahimovic: “Go do your voodoo shit, you little donkey. Call your mother” (vai a fare il tuo voodoo di m.., piccolo asino. Chiama tua madre). Il riferimento alla mamma potrebbe essere legato ad alcune frasi pronunciate qualche anno fa da Farhad Moshiri, azionista di minoranza dell'Everton. Moshiri raccontò di una trattativa per il rinnovo di contratto di Lukaku sfumata perché "Romelu ha chiamato sua madre e, per qualcosa legato al voodoo, gli ha detto che doveva andare al Chelsea". Ma in realtà sia l'attaccante dell'Inter che la mamma sono di religione cattolica. Ibrahimovic, che si è tolto dalla partita a inizio secondo tempo per un ingenuo fallo in mezzo al campo che gli è costato il secondo giallo e dunque il rosso, negli spogliatoi si è scusato coi compagni per l'espulsione e ha assicurato di non aver usato parole razziste nei confronti di Lukaku.

Il Papu Gomez atterra a Siviglia

27/01/2021
 

La telenovela si è chiusa nella prima serata di ieri. Il Papu Gomez è un nuovo giocatore del Siviglia. Si è così conclusa l'avventura all'Atalanta dell'attaccante argentino che, dopo i dissapori con il tecnico Gasperini, ha cambiato casacca nella finestra invernale di calciomercato. La giornata è iniziata con la partenza alle 12 da Bergamo. "Rifarei tutto quello che ho fatto dal primo giorno che ho fatto a Bergamo, abbiamo fatto la storia di questa società. A volte le cose succedono, ma ora la società è al top in Europa" ha detto il Papu intercettato dalla stampa. Il suo arrivo nella città andalusa nel pomeriggio prima di andare in sede per la firma. Un'operazione che porta nelle casse dell'Atalanta 5,2 milioni di euro più 2 di bonus legati a obiettivi sia singoli che di squadra. In serata poi è arrivato anche un post su Instagram dove saluta la città: "La maglia sudata sempre. A presto Bergamo. Mi mancherete! E sempre forza Atalanta". Sulla questione si è infine espresso anche il tecnico nerazzurro Gasperini che ai microfoni della Rai ha dichiarato: "Va in una squadra molto forte che gioca la Champions. E' un bel palcoscenico per lui, sarà una grande esperienza. Gli auguro il meglio"

McKennie come Bradley.

25/01/2021
 

La bella vittoria della Juventus contro il Bologna all'Allianz Stadium porta la firma anche di alcuni singoli in particolare. Nel 2-0 bianconero, infatti, spicca la prova di Weston McKennie. L'americano è arrivato al terzo gol in campionato (il quarto stagionale) raggiungendo così Michael Bradley come miglior marcatore statunitense nella storia della Serie A.

Milan campione d'inverno

25/01/2021
 

Milan campione d'inverno con 43 punti, due lunghezze più dell'Inter e sei più della Roma. Questo in attesa che si giochi il recupero tra Juventus e Napoli è il bilancio di metà campionato. Erano dieci anni esatti che il Milan non si laureava campione d'inverno. Da quando è stata introdotta nel massimo campionato di Serie A, la regola dei tre punti per vittoria, nel 1994-1995, ogni milanista può fare tutti gli scongiuri del caso ma la percentuale di successi finali, una volta tagliato per primi il traguardo al giro di boa, è molto alta. Questo è il ventisettesimo torneo con la regola dei tre punti a vittoria ed è avvenuto in 20 casi su 26 campionati, considerando i soli risultati maturati sul campo.

Juric: "Miglior prova della stagione"

25/01/2021
 

Ivan Juric, allenatore dell'Hellas Verona, dopo la vittoria contro il Napoli è intervenuto al microfono di Sky Sport: "E' stata la miglior prestazione di quest'anno. Siamo partiti contro un incidente contro il Napoli, una squadra con cui non è facile con tutti i velocisti che hanno. Ma abbiamo fatto una grande partita, con sacrificio e volontà di non perdere. Da 2-3 settimane stiamo giocando bene e oggi ne è stato l'esempio. Abbiamo difeso bene, non li abbiamo fatti giocare e noi abbiamo creato. Io e D'Amico abbiamo fatto qualche errore di valutazione sul mercato, prendendo buoni giocatori ma che non giocavano da un paio d'anni. C'è stato un periodo di emergenza, ma ne siamo usciti. Ora vedo che la squadra diventa interessante. Ora dipende da noi la nostra crescita. Non dobbiamo mollare e continuare così".

Pagine: 1 2 3 4

 

Statistiche

  • Annunci : 5.316
  • Notizie : 194
  • Visite : 1.454.528