Fiorentina-Roma: serata da incubo per i giallorossi

31/01/2019
 

Per la squadra di Eusebio Di Francesco una serata da incubo che eguaglia lo score negativo subito dalla Roma in Champions League nel 2007 contro il Manchester United all’Old Trafford e quello interno, all’Olimpico, contro il Bayern Monaco nel 2014 (anche in quel caso si trattava della Champions). Un passivo di 7-1 la Roma lo subì anche in campionato contro la Juventus, ma si parla del campionato 1931-1932. Andò meno peggio nel 2015 quando i giallorossi furono travolti per 6-1 dal Barcellona, al Camp Nou. La gara del Franchi, peraltro, è stata senza storia già dall’inizio: una doppietta di Chiesa al 7′ e al 18′ ha portato la Fiorentina avanti per 2-0 e dopo il momentaneo 2-1 segnato da Kolarov, sono arrivate le marcature di Muriel e, nella ripresa, di Benassi, ancora Chiesa e per due volte Simeone. “Quando hai queste giornate, vuol dire che ci hai messo tanto del tuo – commenta l’allenatore viola Stefano Pioli, intervistato da RaiSport- I ragazzi hanno messo tanta qualità, quella che ci voleva per battere un avversario forte come la Roma. Ci voleva spirito di sacrificio, compattezza. E’ stata una serata quasi perfetta, sono contento. I ragazzi meritano questo successo e di continuare questa Coppa”. Sotto i tacchi l’umore del direttore sportivo della Roma Monchi: “Questa è per me forse la serata più dolorosa da quando faccio il direttore sportivo. Oggi è solo un giorno per chiedere scusa a tutti i tifosi che erano a Firenze e quelli a casa. I tifosi sentono la maglia come nessuno e posso solo chiedere scusa ma non è questo il giorno per fare considerazioni”.

Gasperini: "Siamo stati superiori alla Juve"

31/01/2019
 

Tre reti per spazzare via la Juventus e interrompere una maledizione lunga 14 anni: l'Atalanta, grazie alla doppietta di Zapata e alla rete di Castagne, ipoteca la semifinale di Coppa Italia contro la Fiorentina. Il tecnico Gian Piero Gasperini non nasconde la soddisfazione per il risultato raggiunto: "I gol sono di qualità, come tutto il resto del gioco. L'Atalanta non corre e basta. Come si batte la Juventus? Non c'è un segreto, ci sono modi di interpretare la partita. Abbiamo sempre pensato che difendersi e basta sarebbe stato un suicidio, anche perché le partite le perdi lo stesso contro di loro. Bisogna sì difendere con intensità ma soprattutto giocare bene contro la Juventus, con qualità e cercando di fare gol perché loro uno te lo fanno, non stasera però (ride ndr). La Juventus ha mille risorse, non devi mai rinunciare anche a prenderti dei rischi. I ragazzi sono stati bravissimi a farlo, ma ci riesci solo se hai giocatori importanti come ci sono all'Atalanta".

Khedira: "Troppi errori banali"

31/01/2019
 

Juventus, Khedira: "Troppi errori banali, Atalanta grande prestazione" "E' difficile da spiegare, questo è il calcio. Noi abbiamo fatto diversi errori, l'Atalanta invece una grande partita e ha meritato la semifinale". Queste le parole del centrocampista della Juventus Sami Khedira dopo la sconfitta con la Dea e l'eliminazione dalla Coppa Italia. "Se questa eliminazione influirà sul campionato? No, questo tipo di partite capitano sempre nell'arco di una stagione. Abbiamo bisogno di maggior fortuna nelle gare secche in Coppa Italia o in Champions League, mentre in campionato abbiamo risolto il problema. Domenica contro la Lazio abbiamo vinto un match difficile grazie alla mentalità, stasera non ci siamo riusciti. Abbiamo commesso errori banali, l'Atalanta ci ha pressato per novanta minuti, lottando su ogni singolo pallone. Continuiamo a lavorare così".

Piatek: "Mi aspettavo questo debutto"

30/01/2019
 

Protagonista di una partita da standing ovation, Krzysztof Piatek ha parlato così al termine di Milan-Napoli: "Mi aspettavo una notte così, l'avevo detto che ero pronto e oggi ho fatto doppietta. È solo l'inizio. Entrambi i gol bellissimi, anche se sono diversi. Prima della gara ho parlato con Laxalt e Borini, ho chiesto loro di darmi la palla alta e lunga perché la preferisco. Nella seconda rete avevo di fronte Koulibaly ed è andata bene. Oggi bene, ma io già penso a Roma contro la Roma".

Quagliarella record come Batigol

28/01/2019
 

Quando Marco Giampaolo lo ha sostituito nel finale della sfida con l'Udinese Fabio Quagliarella era già entrato nella storia del calcio italiano ma l'omaggio che gli ha tributato il pubblico del Ferraris è stato da brividi. Una standing ovation dalla tribuna alla Gradinata Sud con ventimila tifosi che all'unisono invocavano il suo nome. E lui, commosso, ha ricambiato con un lungo applauso rivolto ai suoi tifosi mentre salutava il tecnico e tutta la panchina. Con la doppietta che ha segnato infatti Quagliarella ha eguagliato il record di gol consecutivi in serie A. L'attaccante blucerchiato è andato a segno nelle ultime undici giornate come solo Gabriel Batistuta era riuscito a fare nella stagione '94/'95.

Pagine: 1 2 3 4 5 6

 

Statistiche

  • Annunci : 4.827
  • Notizie : 156
  • Visite : 1.454.528